Il trasporto pubblico a Roma

Bus 32, Rome, Italy by linssimatoQuando si va in giro per Roma, bisogna munirsi di scarpe comode. Purtroppo il Trasporto pubblico della capitale non è affidabile. Ciò nonostante è una delle città più belle (e relativamente sicure) in cui muoversi a piedi da un posto all’altro. L’intera area del centro storico misura circa cinque chilometri quadrati. Non essendoci un piano urbanistico definito a Roma, perdersi fa parte del divertimento.

Fortunatamente ci sono un paio di siti web che vi aiutano a districarvi nel confuso sistema di trasporto pubblico romano. Su www.atac.roma.it è possibile elaborare un percorso verso una destinazione, inserendo la posizione attuale e quella dove desiderate arrivare. Il sito indica la fermata della metropolitana – o dell’autobus – più vicina e il percorso più veloce. Se avete uno Smartphone, vi sarà utile il sito www.muoversiaroma.it. Vi dice a quale fermata vi trovate, il numero di autobus che state aspettando e il tempo – relativamente preciso – che dovrete aspettare. Il sito aiuta anche a pianificare un percorso e sponsorizza i punti di bike-sharing in città.

La metropolitana

metro stairs by roboppyAnche se il dittatore fascista Mussolini è famoso per aver istituito un efficiente sistema di trasporto metropolitano e ferroviario, con treni che passano ogni cinque minuti, la metropolitana ha alcuni difetti. Dal momento che l’area intorno a Roma è un sito archeologico attivo, ci sono solo due linee che compongono il sistema della metropolitana, poche rispetto a città come New York, Parigi e Londra. I treni sono spesso sovraffollati e pullulano di taccheggiatori. Se però andate di fretta e fate attenzione, la metropolitana è l’opzione migliore.

La linea A della metropolitana è la più utile per i turisti perché si ferma vicino a molte delle principali mete turistiche. Queste includono il Vaticano alla fermata Ottaviano, Piazza di Spagna alla fermata Spagna, Piazza del Popolo, Via del Corso e Villa Borghese alla fermata Flaminio, e la Fontana di Trevi e Via Veneto alla fermata Barberini. La linea A, indicata dal colore rosso, collega la zona nord-ovest a quella sud-est della città.

La Linea A e la B si collegano entrambe alla principale stazione ferroviaria di Roma – Termini.

La linea B, indicata dal colore blu, collega la parte sud a quella nord-est della città. Ha 25 fermate, tra cui Colosseo, Circo Massimo e il moderno sobborgo dell’EUR.

Dal 1990 è in costruzione una terza linea della metropolitana – la C. Diverse importanti scoperte archeologiche hanno bloccato la costruzione di utili fermate destinate a collegare i quartieri popolari al centro della città. Secondo la rivista Wanted in Rome, il progetto è “l’opera pubblica più costosa e più lenta non solo in Italia ma del mondo”, costata circa 5 miliardi di euro.

Gli autobus e i tram pubblici

L’ATAC (Agenzia per la Mobilità del Comune di Roma), è l'unica azienda che offre servizi di autobus nel centro di Roma. Informazioni su percorsi (poco affidabili) e orari sono disponibili in una qualsiasi delle principali fermate della metropolitana, come la stazione Termini e quella del Colosseo. Il costo di un biglietto cartaceo è di €1,50 e una volta convalidato è valido per 75 minuti. Per evitare una multa è necessario convalidare il biglietto, inserendolo nell’obliteratrice che trovate sull’autobus. Sono disponibili anche biglietti settimanali e mensili per metropolitana, autobus e tram.

Cotral (Compagnia Trasporti Laziali) è un altro servizio di autobus che collega Roma alla periferia, ad esempio a Tivoli.

Bici e scooter a noleggio

Moped by Neil FitzgeraldNon si può pensare a Roma senza il suono degli scooter che ronzano in giro per la città e sfrecciano tra le auto bloccate nel traffico. Girare in sella a una Vespa, il popolare marchio italiano, è la forma più comune di trasporto per la gente del posto. Le leggi del traffico della capitale e le strade sono un po’ ambigue, bisogna essere coraggiosi e guidare come fanno i romani.

La città ha anche raccolto la sfida di offrire un servizio di ‘bike-sharing’ con punti di noleggio e un paio di piste ciclabili lungo il Tevere. Poiché le strade a Roma sono strette, fatte di ciottoli e molto trafficate bisogna essere coraggiosi per guidare una bici nel labirintico centro di Roma.

I taxi

Prendere un taxi è un modo semplice per spostarsi dopo una lunga giornata a camminare. I taxi non possono essere fermati in strada ma devono essere presi direttamente da un posteggio, dove troverete taxi in fila che attendono i clienti. I taxi si trovano vicino alle attrazioni turistiche più famose, come di fronte a Piazza San Pietro, al centro di Piazza Venezia e in fondo a Piazza di Spagna. È consigliabile chiedere il prezzo prima di salire in macchina, i tassisti italiani sono tristemente conosciuti per prendere deviazioni e temporeggiare con l’auto. Per legge i tassisti sono tenuti a utilizzare il tassametro. I taxi ufficiali sono bianchi e si riconoscono dallo stemma SPQR.

Ottieni tutti gli articoli di Roma con un semplice click!

Scaricando la guida dai il tuo consenso a GowithOh per ricevere pratiche informazioni, sconti esclusivi, info su futuri eventi e consigli per visitare le città.