Tre giorni a Madrid – il mercato delle pulci, il calcio o la corrida – giorno 3

Finora durante la nostra storia d’amore di 3 giorni con la capitale spagnola abbiamo visitato incredibili musei d’arte, esplorato gli enormi spazi verdi di Madrid, visitato il convento e il palazzo reale, abbiamo anche comprato alcuni prodotti freschi in un mercato tradizionale e accessori di design sulla Gran Via e abbiamo assistito ad uno spettacolo (opera, flamenco o calcio). Il nostro ultimo giorno vogliamo prendercela con calma e rilassarci in stile madrileño. Perché, dopo tutto, quando si è a Madrid, bisogna fare come fanno i madrileñi. Questo significa che il fine settimana è dedicato a bere, fare shopping, prendere il sole all’aperto e naturalmente al calcio.

10:00 – iniziare la giornata in tipico stile madrileño

Vermouth by zone41Saltate la colazione e iniziate la giornata in stile madrileño con tapas e vermouth. Di domenica di solito la gente del posto sorseggia il vermouth con ghiaccio e sgranocchia tapas a Casa Antonio (fermata Latina) uno dei più antichi bar di vermouth a Madrid. A La Taberna de Corps (fermata metro Ventura Rodríguez) potete assaggiare del vermouth alla spina.

11:00 – mercatino delle pulci, stadio di calcio o corrida

Dopo il vermouth, avete un paio di opzioni per trascorrere la vostra ultima mattina a Madrid.

Opzione 1: Se siete andati a provare il vermouth a Casa Antonio, siete fortunati, perché pezzi d’antiquariato, merce artigianale, elettronica e altre curiosità sono a pochi passi di distanza da El Rastro, l’enorme Mercato delle pulci di Madrid domenicale a Plaza del Cascorro. Il luogo prende il nome dalle tracce di sangue che di solito si formavano quando i mandriani trascinavano il bestiame al mercato. Oggi è un luogo vivace e caotico e sfortunatamente anche il posto preferito per borseggiatori e ladruncoli. Già che ci siete, date uno sguardo alla statua di Eloy Gonzalo, un giovane soldato morto in una missione suicida nel 1898 a Cuba, poi passeggiate verso la Plaza Mayor a guardare gli artisti di strada che fanno a gara per catturare l’attenzione.

Opzione 2: Avete voglia di visitare lo stadio Bernabéu? Per la gioia dei tifosi del Real Madrid e degli appassionati di calcio, sarà possibile fare un Plaza de Toros de Las Ventas by mookieflgiro negli spogliatoi, tra le panchine e sul palco presidenziale per conoscere meglio la storia di una delle squadre spagnole più famose e dei suoi campioni. Potete arrivarci in metropolitana (Santiago Bernabeu, L10) o in taxi.

Opzione 3: Scoprite la storia della corrida al Museo della Corrida in Plaza de Toros de las Ventas, un’arena in cui i tori combattono ancora. I fan di Hemingway e i visitatori con lo stomaco abbastanza forte, possono acquistare i biglietti per vederne una (le corridas si tengono tutti i giorni da marzo a dicembre dalle 18:00 alle 19:00). Potete arrivarci in taxi o in metropolitana (Ventas, L5 o L2).

13:30 – il Parque del Oeste e il Tempio di Debod

Avrete bisogno di un po’ di tempo per visitare l’enorme Parque del Oeste, costruito su un terreno che prima era occupato da una’enorme discarica. Le fermate della metropolitana più vicine sono Argüelles, Ventura Rodríguez e Plaza de España. Gli appassionati di calcio saranno felici di sapere che è facile arrivarci dallo stadio Santiago Bernabéu. Il tragitto dura circa 25 minuti con la linea 10 in direzione di Puerta del Sur fino a Plaza de España, che vi lascerà a 5 minuti a piedi dal Tempio di Debod, una delle principali attrazioni del parco.

Un autentico tempio egiziano che è stato trasferito a Madrid dopo che la Spagna ha contribuito a costruire la Grande Diga di Assuan per proteggere i templi di Abu Simbel. Gli esperti dicono che gli ingressi del tempio non sono stati assemblati correttamente, ma anche così è una delle poche opere di antica architettura egiziana che si possono vedere al di fuori dell’Egitto, ed è unica nel suo genere in Spagna.

004473 - Rosaleda by M.PeinadoAltre imperdibili attrazioni nel parco sono la Rosaleda, un roseto noto per la mostra e il concorso floreale che si tiene ogni anno, la fontana Juan de Villanueva, una delle più alte di Madrid e il monumento a Goya. Una volta usciti, sdraiatevi sul prato per un picnic. Sedetevi al sole o all’ombra, come preferite, e sgranocchiate panini o frutta fresca. Fate un paio di lanci di frisbee o fate ondeggiare un aquilone. Ritrovate il vostro bambino interiore e poi fatelo correre per bruciare le calorie in eccesso dopo aver pranzato.

16:00 – Madrid ad alta quota

A soli cinque minuti dal Tempio di Debod, si può prendere la funivia presso la stazione Rosales della Funivia, all’angolo tra il Paseo del Pintor Rosales e Marqués de Urquijo. Assicuratevi di controllare gli orari di apertura sul sito www.teleferico.com, visto che variano a seconda della stagione e durante i mesi invernali è aperta solo nei fine settimana.

Prendete la macchina fotografica per immortalare una vista di 2,5 km su tutta la città, il fiume Manzanares e il Parco Naturale di Casa de Campo. Invece di ritornare subito indietro, fermatevi a prendere un caffè o un drink nel ristorante della stazione e da lontano contemplate Madrid cercando di catturare questa immagine dentro di voi. Alla fine della vostra visita, ritornate verso la funivia proprio quando il sole sta per tramontare. Se siete fortunati riuscirete anche a portarvi a casa il ricordo di uno splendido tramonto viola, che si ammira meglio dall’alto.


Risparmia a Madrid!

Sfrutta questi sconti esclusivi!

Leggi di più

Ultime prenotazioni a Madrid

Ottieni tutti gli articoli di Madrid con un semplice click!

Scaricando la guida dai il tuo consenso a GowithOh per ricevere pratiche informazioni, sconti esclusivi, info su futuri eventi e consigli per visitare le città.