Tre giorni a Madrid – un giorno da re – giorno 2

Inizieremo la nostra seconda giornata a Madrid esplorando il netto contrasto tra due quartieri molto diversi. Entriamo prima nel vivace ed emergente quartiere di Lavapiés per poi avventurarci nei prati verdi e curati dei parchi e dei giardini che circondano il Palazzo Reale di Madrid, infine vedremo gli edifici rinascimentali e barocchi nel quartiere de los Austrias.

09:00 – esplorando Lavapiés

Iniziate il vostro tour di Lavapiés nell’omonima piazza triangolare. Fino al 1492 è stato il quartiere ebraico di Madrid, la zona oggi è conosciuta per la sua multietnica scena bohemien. Curiosate tra i tanti prodotti negli eclettici negozi sulle stradine pedonali che si irradiano dalla piazza, poi andate su Calle Ave Maria verso il Mercado Antón Martín, un tipico mercato a 2 piani. Ci sono negozi con gli squisiti prodotti locali come le carni, formaggi, pane appena sfornato, frutta e verdura di stagione.

11:00 – il tour del Palazzo Reale

Royal Palace of Madrid by hyperion327Scoprite dove i reali spagnoli soggiornano quando sono nella loro casa ‘ufficiale’ a Madrid. In questo palazzo in stile barocco italiano, costruito da Felipe V, il primo re Borbone, si possono contare 2.800 camere ma solo 50 sono aperte al pubblico. Godetevi una vista mozzafiato sulla città, la campagna circostante e gli acquedotti romani dal cortile del palazzo. È piena di affreschi e non mancano certo velluto e oro nelle decorazioni. I visitatori apprezzano i giardini curati del Palazzo e l’antica farmacia piena di erbe e vecchi intrugli. Potete arrivarci dal mercato Antón Martín, camminando su Santa Isabel fino alla Puerta de Sol, o prendere la linea 2 in direzione Cuatro Caminos, scendete alla fermata Opera.

12:30 – il monastero de las Descalzas Reales

Attraversate Plaza de Oriente e superate il Teatro Reale per arrivare al Convento de las Descalzas Reales. Dietro una facciata esterna cupa e imponente troverete, oltre ad alcune suore, anche numerose cappelle, le ossa di San Sebastiano e arazzi inestimabili a opera di Rubens. Per non parlare degli affreschi rinascimentali e dei dipinti murali di Claudio Coello, un importante artista della scuola di Madrid del XVII secolo.

The Plaza de Oriente, which is right in front of the Palacio Real.13:30 – breve sosta in piazza

Godetevi i piatti spagnoli e la splendida vista sul palazzo reale in uno dei ristoranti in Plaza de Oriente, una piazza semicircolare con una statua equestre di Filippo IV nel mezzo. Se il sole splende, cercate di accaparrarvi un tavolo all’esterno del Café de Oriente.

15:00 – la Madrid degli Asburgo

Passeggiate nel Barrio de los Austrias ammirandone tutti i particolari, inoltratevi nelle stradine strette che conducono a due delle chiese più antiche e piccole di Madrid - San Nicolás de las Servitas e San Pedro el Viejo. Fermatevi a Plaza de la Paja per godervi l’atmosfera storica, la piazza risale al periodo in cui gli Asburgo governavano la Spagna. Date uno sguardo alla gotica Torre de los Lujanes e al vecchio municipio rosso-arancio, Casa de la Villa, in una delle piazze più antiche di Madrid, Plaza de la Villa.

16:30 – il panorama perfetto

Scattate una foto alla Sierra de Guadarrama che si vede in lontananza nel parco Vistillas. Dopo, gli appassionati di piante, animali e giardinaggio possono continuare verso gli sconfinati giardini di Campo del Moro.

17:30 – fare uno spuntino a Plaza Mayor

Plaza Mayor by sincreticUna piacevole passeggiata di mezz’ora vi conduce a Plaza Mayor: attraversate dunque il giardino e proseguite per Calle Mayor. Plaza Mayor e le vie circostanti sono il posto perfetto per provare cibo da asporto in stile madrileño. Lo stuzzichino perfetto è un ‘bocadillo de calamares’, un panino con calamari fritti pieno di maionese, prendete anche una birra ghiacciata e una porzione di patatine. Potete provarlo in Cerveceria Plaza Mayor proprio sulla piazza principale, o a Casa Rúa, in via Ciudad de Rodrigo vicino alla piazza.

20:00 – tutta la sera davanti

Flamenco show #1 by luciapensacheDal balletto all’opera nei teatri storici, a eventi sportivi e spettacoli di flamenco su tablaos, a Madrid c’è l’imbarazzo della scelta in quanto a divertimento. Tanti, da non sapere davvero quale scegliere.

Opzione 1: spendete un po’ di soldi per uno spettacolo al Teatro Reale di Madrid. Ammirate un’opera o un balletto in questo edificio storico ristrutturato nel 1990. Anche se è abbastanza difficile adattarli tutti e tre in una sera, potete trovare una buona combinazione: l’opera in prima serata, una partita di calcio subito dopo e del flamenco allo scoccare della mezzanotte.

Opzione 2: Cercate di trovare un paio di biglietti per una partita del Real Madrid allo stadio Santiago Bernabéu, e urlare la vostra lealtà alla squadra di casa in compagnia di 75.000 spettatori. Se non riuscite a trovarli, potete mostrare il vostro amore per il calcio con i tifosi locali in uno di tanti bar dello sport vicino allo stadio.

Opzione 3: Godetevi un po’ di flamenco a Casa Patas. Rilassatevi con un drink al bar fino a che cominci lo spettacolo (di solito dopo le 22:00). Farete il pieno di questa tradizione gitana, che l’UNESCO ha dichiarato patrimonio immateriale dell’umanità. Dopo lo spettacolo la metropolitana potrebbe essere chiusa, ricordate di prenotate un taxi.

Mezzanotte e dintorni – muy loco

Per soddisfare la vostra voglia di canto, ballo e chitarra flamenca a tarda notte, prendete un taxi verso Clan. Gli spettacoli di flamenco iniziano a mezzanotte il venerdì e il sabato e l’ingresso è gratuito.


Risparmia a Madrid!

Sfrutta questi sconti esclusivi!

Leggi di più

Ultime prenotazioni a Madrid

Ottieni tutti gli articoli di Madrid con un semplice click!

Scaricando la guida dai il tuo consenso a GowithOh per ricevere pratiche informazioni, sconti esclusivi, info su futuri eventi e consigli per visitare le città.