Tre giorni a Madrid – scoprendo l’anima della capitale spagnola – uno 1

Dopo tre giorni a Madrid, sarà difficile poter affermare di conoscerla bene. Sia i visitatori abituali che le persone che ci vivono da lungo tempo vi diranno che la capitale spagnola è in continua crescita ed evoluzione, con ristoranti, bar e attrazioni che spuntano fuori quasi ogni giorno. Naturalmente questo non significa che non possiate provare a conoscere meglio la città in un bar di tapas e nei musei per tutto il weekend. Eccovi i nostri consigli per un favoloso appuntamento di 3 giorni con Madrid.

Giorno uno

Uno sguardo all’estesa mappa urbana della tentacolare Madrid vi farà capire il perché è meglio conoscere la città partendo dai singoli quartieri. Zigzagarvi all’interno, ricercando le diverse attrazioni in maniera casuale, vi farà solo perdere tempo e consumare le suole delle scarpe. Madrid è famosa in tutto il mondo per le sue fontane, i suoi parchi e i musei d’arte, che si trovano tutti a pochi passi l’uno dall’altro nel centro storico della città.

Puerta del Sol by pablo.sanchez09:00 – iniziare al Sol

Iniziate la vostra giornata in Puerta del Sol, il punto da cui partono tutte le principali strade spagnole, e dove nasce il grande ma accessibile centro storico di Madrid. Sedetevi per un ‘cortado’, un espresso con un goccio di latte, o un succo d’arancia appena spremuto e trascorrete qualche minuto a guardare il via vai di gente prima di dirigervi verso il Paseo del Prado. Durante il tragitto, fermatevi al Chocolat Bar e intingete i churros appena fritti nel denso cioccolato caldo in stile spagnolo.

11:00 – alla conquista del Prado

El Prado Museum, Madrid by Iker MerodioA meno di 10 minuti da Chocolat troverete il museo del Prado di Madrid, conosciuto in tutto il mondo, dove potrete trascorrere un paio d’ore a guardare estasiati grandi opere d’arte . Fate un giro tra i capolavori dei maestri spagnoli ed europei come Goya, El Greco, Velázquez, Rembrandt e Botticelli. Anche se l’arte non è la vostra passione, assicuratevi di cercare Il Giardino delle Delizie di Heironymus Bosch, Las Meninas di Velázquez e due dei più famosi ritratti di Goya (esposti nella stessa stanza), La Maja desnuda e la Maja vestida.

Consiglio dell’esperto: se avete intenzione di visitare il museo Reina Sofia e il Thyssen e volete risparmiare un po’ di soldi, acquistate un pass Art Walk nel primo dei due musei che visitate.

12:30 – due passi nel Giardino Botanico

Concedetevi una pausa dai musei e prendete una boccata d’aria fresca passeggiando per il Reale Giardino Botanico di fronte al Prado in Plaza de Murillo. Varcate l’ingresso da Puerta de Murillo e trascorrete qualche ora ammirando le oltre 90.000 varietà di piante che si trovano nell’orto botanico.

13:30 – pausa pranzo

I morsi della fame iniziano già a farsi sentire? A pochi passi dai giardini, potete scegliere tra una tradizionale paella spagnola servita nel suggestivo cortile dell’Arrocería Gala o piatti vegetariani e vegani, naturali al cento per cento a Al Natural.

15:00 – i musei o il parco del Retiro

Il primo giorno niente scarpinate per raggiunge posti lontani, scegliete tra le opzioni nelle vicinanze che vi elenchiamo di seguito.

Opzione 1: Completate il tour del Triangolo d’Oro di Madrid (il Prado, Reina Sofia e Thyssen Art Museums) proseguendo verso il Paseo del Prado. Rendete omaggio alla Guernica di Picasso e a La persistenza della memoria (a.k.a. Gli orologi molli) di Dalì nel modernissimo Reina Sofia Art Museum, e ammirate dipinti impressionisti ed espressionisti di artisti del calibro di Monet e Van Gogh al Museo Thyssen-Bornemisza. Non dimenticate di fermarvi al Caixa Forum per dare un’occhiata al giardino verticale del botanico francese Patrick Blanc – al suo interno potete vistare mostre temporanee con materiali che spaziano dall’arte moderna a quelli della storia antica.

Retiro Park by FintrvlrOpzione 2: Trascorrete un pomeriggio nel parco del Buen Retiro di Madrid, pensato originariamente nel XVII secolo da Filippo IV come una riserva all’aria aperta per la famiglia reale e i suoi stretti confidenti. Potete salire su una barca e fare un giro intorno al lago. Mettetevi in posa davanti al Crystal Palace, una serra di vetro e acciaio costruita per ospitare una mostra di piante provenienti dalle Filippine (all’epoca una colonia spagnola) e ora utilizzato per ospitare mostre d’arte temporanee. Dopo, inseguite con la macchina fotografica le anatre, i cigni e i colombi in giro per il parco o procuratevi un telo per sedervi sull’erba e rilassarvi con il vostro libro preferito.

17:00 – ci infiliamo un po’ di shopping

Di ritorno dal vostro tour, passate in Gran Via per concedervi qualche ora di shopping prima che chiudano i negozi. Lungo la strada, fermatevi a Plaza de la Cibeles e posate per un paio di scatti davanti alla fontana più famosa di Madrid, rubate un’istantanea allo splendido municipio della città, progettato da Antonio Palacios. Mentre risalite lungo la strada principale della Gran Via, ammirate i beni di lusso nei negozi e poi passeggiate per le stradine laterali in cerca di boutique e bar alla moda.

Al rico pincho by bubilla200219:00 – opzioni per la serata

Fermatevi a bere un drink e poi andate a cenare in un bar di tapas o in un ristorante nei pressi della Gran Via. Vi consigliamo pinchos (stuzzichini monodose) e vino al bar nel Mercado de La Reina prima di fare due passi a piedi per tornare al vostro appartamento vacanze a Madrid per un meritato sonnellino. Oggi avete visto moltissime cose, ma c’è ancora molto altro da vedere domani.


Risparmia a Madrid!

Sfrutta questi sconti esclusivi!

Leggi di più

Ultime prenotazioni a Madrid

Ottieni tutti gli articoli di Madrid con un semplice click!

Scaricando la guida dai il tuo consenso a GowithOh per ricevere pratiche informazioni, sconti esclusivi, info su futuri eventi e consigli per visitare le città.